+39 348 3818 259

via Androna della Pergola 1 incrocio via Sporcavilla, Trieste

mar-giov-ven: 9.00-12.30 e 16.00-19.00 merc-sab 10.30-18.30 dom-lun chiuso

Top

bambini

Mostri113 / bambini
3 Mag

Istruzioni per le emozioni: il gioco

Giochiamo con le emozioni e impariamo l'empatia Sempre più sta crescendo la consapevolezza di quanto sia fondamentale l’educazione emotiva dei bambini. Se sei alla ricerca di strumenti facili da usare, divertenti ma efficaci, che sostengano la tua scelta di agire il ruolo di genitore con maggior consapevolezza, questo kit potrebbe fare essere uno strumento valido da utilizzare in famiglia.   È fondamentale insegnare ai bambini a riconoscere e a gestire le loro emozioni usando un metodo giocoso e semplice, alla portata anche dei più piccini    i Mostri Emozionati e il kit L'opinione dell'esperta Scrive la dott.ssa Maria Chiara Gritti: "Una delle funzioni fondamentali della psicoterapia consiste nel far emergere...

8 Mar

I bambini e la tristezza

I bambini e la tristezza L'infanzia è spesso associata, idealmente, al periodo più bello e spensierato della vita. È difficile accomunare il concetto di infanzia a quello della tristezza, ma non è raro, invece, che un bambino possa sentirsi triste. La tristezza è una tra le emozioni primarie (insieme a gioia, rabbia, paura, disgusto, sorpresa e noia) e, come tale, è importante che ogni persona, inclusi i bambini, possa sperimentarla. Ma qualcosa ci fa credere che la tristezza -accade anche per la rabbia e la paura- debba essere sconfitta. Inconsciamente giudichiamo alcune emozioni come "negative" e ci augureremmo che i bambini, come noi,...

9 Feb

Mio figlio si annoia… cosa devo fare?

"Mammaaaaaaaa, mi annoio!" Non esiste genitore che non abbia sentito questa affermazione. Noi adulti, sempre di corsa tra impegni di lavoro, famiglia e burocrazia pagheremmo per poterci annoiare anche solo per dieci minuti. I bambini no: loro non sopportano cinque minuti di inattività! Cosa accade quando un bambino si annoia? Innanzitutto vien da chiarire che noia ed apatia sono due cose ben diverse: se l'apatia non è di stimolo a nulla, è il non fare e non desiderare nulla, la noia, per definizione, è un desiderio di azione, è la voglia di fare qualcosa senza aver chiaro cosa. Per i bambini essere annoiati significa...

31 Gen

10 trucchi per calmare la crisi di rabbia di tuo figlio

10 TRUCCHI INFALLIBILI PER PLACARE LE CRISI DI RABBIA DEI BAMBINI Lo sbaglio più comune che compiamo tentando di calmare un bambino arrabbiato, è quello di dare una spiegazione razionale alle sua emozione, di disquisire sul perché non dovrebbe provala, o ancora peggio, sgridarlo tentando di farlo smettere. Queste soluzioni si rivelano inutili e potrebbero diventare un’arma a doppio taglio. Ciò di cui tuo figlio ha bisogno nel momento in cui esprime rabbia, di fatto, è la tua vicinanza, la tua empatia, la tua efficacia nel fornirli un appiglio per uscire da uno stato emotivo che non riesce più a gestire… Dover affrontare...

24 Lug

Elena e i mostri sotto al letto

Ho ricevuto una lettera da Elena. Io l'ho trovata bellissima e mi sono commossa. Mi è piaciuta anche la sua proposta. Voi che ne pensate? "Eccomi qui. Prima di conoscere il tuo mostruoso mondo, ho sempre avuto simpatia per questo aspetto dell’infanzia che fa capolino ad una certa età. Più o meno a tutti le paure si manifestano ed insieme all’astrazione e ad una ormai super consolidata permanenza dell’oggetto, fanno capolino i mostri. Ai miei figli si ficcavano sempre in cameretta, per dire, e si incastravano nei posti più piccoli pur essendo ovviamente mastodontici . Io non li ho mai demonizzati nè ridicolizzati, ma anzi...

2 Mag

LE PAURE DEI BAMBINI: COME AFFRONTARLE?

5 SOLUZIONI SEMPLICI E DIVERTENTI PER AIUTARLI A STARE MEGLIO   Lo sbaglio più comune che compiamo tentando di rassicurare i bambini, è quello di dare una spiegazione razionale alle loro paure o disquisire sul perché non dovrebbero provare timore. Questa soluzione può spesso essere inutile e potrebbe diventare un’arma a doppio taglio. Ciò di cui tuo figlio ha bisogno nel momento in cui ti comunica la sua paura, di fatto, è la tua vicinanza e la tua empatia…   Dover affrontare l’improvvisa paura del buio, di dormire in autonomia o anche solo il terrore di entrare in una stanza che fino a ieri non rappresentava...

11 Apr

CALMARE I BAMBINI:

3 RICETTE MAGICHE PER AIUTARE I BAMBINI IN CRISI Paura del buio, ansia da separazione dalla mamma, nervosismo e capricci sfinenti prima di svolgere i compiti di scuola? Ecco 3 "ricette magiche" che aiutano mamme e bambini a tirare il fiato nelle situazioni di crisi. Urla, pianti, capricci, crisi isteriche mettono a dura prova anche i genitori più pazienti ed esperti. Come aiutare i bambini a superare quel momento di irrazionale capriccio, che potrebbe durare per ore? Lui fa i capricci, tu lo sgridi e inizia l'escalation di tensione che porta entrambi allo sfinimento. Spezzare il circolo vizioso è l'unica soluzione per risolvere la...

30 Mar

LE 10 DOMANDE DEI BAMBINI SUI MOSTRI113

Siccome mi trovo spesso a rispondere alle stesse domande sui miei pupazzi artigianali e sul mestiere che svolgo, ho deciso di rispondere pubblicamente e di svelare qualche segreto sui Mostri113. 1.Ma i Mostri113 mangiano davvero le paure? Certo! Provare per credere! 2.Come mangiano le paure? Non lo so, te lo confesso. So che accade di notte, perlopiù, ma non per forza. So che, una volta inserito il proprio biglietto, il mostro se lo mangerà a morsi, cosa che potrai vedere tu stesso sul foglietto. Come faccia non l’ho mai scoperto! Mi raccomando, però, devi attivare il tuo Mostro113 secondo il segreto rituale di attivazione, altrimenti la...

9 Set

STORIA NUMERO UNO

IL MOSTRO CENTOTREDICI ARRIVA A CASA NOSTRA Mi chiamo Roberta Cibeu, per molti sono semplicemente la “mostriciattolaia”. Sono la custode di Mostri113® e della magia che i miei pupazzi e tutti i miei manufatti, dicono, posseggano: la magia della cura con la quale li ho pensati, progettati e fatti, uno ad uno. I Mostri113 acquistano la loro magia proprio nella loro origine, da un evento molto doloroso. La loro storia si sviluppa, però, con infinito amore e con la gioia di aver trovato una nuova strada che convogliasse tutte le vecchie vie in un unico percorso, pieno di creatività: il mio lavoro! Tornando all’origine...