+39 348 3818 259

via Androna della Pergola 1 incrocio via Sporcavilla, Trieste

Dal martedì al venerdì: 14.00-18.00 sabato 10.00-14.00 dom-lun chiuso

Top

Il decluttering che fa bene anche ai bambini

Mostri113 / bambini  / Il decluttering che fa bene anche ai bambini
decluettering per bambini
10 Gen

Il decluttering che fa bene anche ai bambini

Cos’è il decluttering e perché può diventare uno strumento educativo valido anche per i bambini

Iniziamo con la definizione di decluttering: “fare decluttering significa eliminare oggetti superflui, non necessari o che non si usano da troppo tempo. Eliminare, riordinare, sgombrare con lo scopo di fare spazio mentale“. Non è un semplice atto al fine dello svuotamento fisico di cassetti e armadi, ma un atto volontario che ha lo scopo di alleggerire non solo lo spazio, ma anche la mente.

Ci sono momenti in cui questa pratica può aiutare a chiudere dolorosi capitoli della propria vita. Altre volte si è costretti ad affrontare lo sgombero a causa di un trasloco o di un lutto e prendere in mano la situazione assomiglia più a una scalata sull’Everest. In casi come questo è utile rivolgersi ai Professional Organizer, i professionisti dello sgombero e della risistemazione della casa.

Come organizzi una sessione di decluttering con tuo figlio?

Spesso la stanza dei bambini si riempie di giochi e libri che sono diventati inadeguati per l’età del bambino. Si tratta, però, di oggetti che assumono per lui un valore affettivo, esattamente come accade agli adulti. Per questo motivo il decluttering con un bambino è più difficile, ma lo aiuta a stabilire delle priorità, a lasciar andare e a regalare ciò che non usa più.

1 Iniziamo con lo stabilire due regole importanti che ci renderanno questo compito molto più semplice:

  • ORGANIZZIAMO BENE LO SPAZIO con cesti, contenitori e spazi strutturati con logica: ciò rende già facile riordinare e trovare ciò che si desidera utilizzare.
  • RIORDINIAMO E FACCIAMO DECLUTTERING CON REGOLARITÀ in modo che diventi più un’abitudine che un evento straordinario.

 

declutterin bambini scatole

 

2 Stabiliamo quali sono le cose da eliminare:

  • I GIOCHI ROTTI O INCOMPLETI possono essere cestinati.
  • I GIOCHI INADATTI ALL’ETÀ DEL BIMBO possono essere donati ad altri bimbi o ad associazioni che li porteranno ai bimbi che ne hanno bisogno.
  • ANCHE I GIOCHI CON I QUALI NON HA MAI GIOCATO possono essere donati ad altri bimbi o alle associazioni.

È importante fare questa scelta insieme al bambino, dividendo i giochi in tre scatole: quelli da buttare, quelli da vendere e quelli da regalare. Sarà inevitabile arrivare al momento dello scontro: tu elimineresti qualcosa che tuo figlio non vuole lasciar andare. In questi casi gioca la carta del COMPROMESSO: mettete quel gioco in un cassetto e, se tuo figlio se ne dimenticherà per più di una settimana, decidete che potrà essere eliminato.

Potreste anche decidere di vendere i giocattoli più preziosi e ben tenuti e di comprare un nuovo giocattolo con i soldi guadagnati: questa tecnica aiuta il bambino a lasciar andare e potrà fantasticare su un nuovo gioco.

Anche coinvolgere il bambino nella consegna dei giochi da regalare è una buona pratica e lo aiuterà a capire che la sua rinuncia avrà fatto gioire altri bambini.

Stabilite delle regole affinché l’accumulo non si ripresenti: quali giochi e libri comprare e quando farlo. Una buona regola è il “dentro uno e fuori uno”: per ogni nuovo gioco o libro che entra ne deve uscire uno.

Ricordate anche che il decluttering rappresenta un bel momento da passare assieme ai vostri bambini. Potete ricordare i bei momenti legati agli oggetti, alla loro storia, alla persona che li ha regalati.

No Comments

Post a Comment

La newsletterdei Mostri!

La newsletter
dei Mostri!

Iscriviti alla newsletter:
ricevi offerte esclusive e gli articoli in anteprima!

Grazie per esseri unito alla grande famiglia di Mostri113!

Pin It on Pinterest

Join Waitlist We will inform you when the product arrives in stock. Please leave your valid email address below.